Tu sei qui

aiuto, legenda, informazioni sull'autore

In questa sezione troverete un aiuto per la navigazione del sito.

consigli per la navigazione e la stampa

in ogni pagina del sito avrai sempre, in alto a sinistra, il cammino all'interno del sito. Con questo sarai in grado di tornare alle pagine gerarchicamente superiori. Cliccando invece sull'ultima voce in elenco (nome della pagina attuale) tornerai all'inizio della stessa.

ad esclusione della sezione "consigli per i piloti di parapendio" (solo web), tutto il materiale su questo sito è fruibile in doppia modalità:

    consultazione seduta stante, via web
    alcuni articoli sono suddivisi in diverse pagine perché altrimenti troppo ingombranti (caricamento lungo) a causa delle immagini.
    Il sito è ottimizzato per risoluzione uguale o superiore a 1400x1050 pixel e browser standard (basati su gecko; es: FireFox e Mozilla), ciò nonostante dovrebbe funzionare bene anche su internet explorer (nota: internet explorer implementa in maniera arrata alcune istruzioni)
    consultazione in un secondo tempo, scaricando il file pdf ipertestuale
    se avete intenzione di stampare qualcosa vi conviene scaricare il file pdf e stampare questo. I file pdf sono ottimizzati per essere stampati utilizzando la stampa fronte-retro con rilegatura a sinistra (tipo libro/quaderno); per questo motivo e per ovvi motivi di impatto ambientale invito tutti a stampare in questa modalità; tengo comunque a precisare che il risultato sarà comunque pi che ùbuono anche stampando in maniera semplice (una facciata per pagina).

diritti d'autore

Il contenuto del presente sito, salvo diversa esplicita indicazione (es: consigli per i piloti di parapendio ), è liberamente riproducibile purché:
  • non ne venga modificata né forma né contenuto
  • ne venga indicata la fonte e il nome dell'autore (o degli autori)

informazioni su autore e sito

Salve a tutti, mi presento:
Tiberio Galletti, licenza VDS numero 43748 rilasciata 8/5/2003
    socio/associato di club/associazioni:
  • 2002 - 2007 : ass. sportiva Top-Level, affiliata FIVL
  • 2005 - 2008 : volo libero Diecimo
  • 2008 - 2010 : ass. sportiva Parapendio Versilia e Monti Pisani, affiliata FIVL
  • 2011 - 2011 : APE (Associazione Piloti E), affiliata FIVL; purtroppo il progetto APE è decaduto per questioni di frettolosità ed avventatezza, si è formato il club Gazze Ladre a cui sono iscritto ma nel quale non mi sento
  • 2012 - .... : se non smeto di volare.....
    preparazione:
  • licenza VDS conseguita il 30/3/2003 dopo qualche mese di corso presso la scuola dell'associazione sportiva Top-Level
  • corso avanzato cross-country etc tenuto da Manuele Dondi, settembre 2005
  • corso SIV tenuto da Jimmy Pacher (DHF), maggio 2006
  • corso SIV tenuto da Tomas Brauner (easyfly), giugno 2007
  • corso "volare meglio" (doveva essere un corso di cross...) tenuto da Maurizio Bottegal, settembre 2007
  • corso meteo tenuto da Damiano Zanocco, dicembre 2007
    attrezzatura:
  • scuola + primi 3-4 mesi di volo autonomo: Bravo Bluephoenix (AFNOR standard) sottocaricata + seletta Dimensione Volo
  • 7/2003 - 7/2005: Windtech Pulsar (DHV 1/2) + selletta Sup'Air Evo-Top
  • 7/2005 - 5/2007: Windtech Pulsar (DHV 1/2) + selletta Sup'Air profeel XC2-2005
  • 6/2007 - 9/2009: Gradient Aspen2 (DHV 2) + selletta Sup'Air profeel XC2-2005
  • 9/2009 - 12/2010: Gradient Aspen3 (EN-C LTF-2) + selletta Sup'Air profeel XC2-2005
  • 12/2010 - ...... : Gradient Aspen3 (EN-C LTF-2) + selletta Charly Titan-3
    letture:
  • I visitatori del cielo (Norbert Haupetit), di cui ho fatto una sintesi schematica
  • varie fonti su internet tra cui: XCmagazine, Swiss-Glider
  • Thermal Flying (Burkhard Martens)
  • Capire il cielo (Dennis Pagen), di cui ho fatto una sintesi schematica
  • Meteorologia per i piloti di volo a vela (Plinio Rovesti)
  • Il tempo in montagna (Kappenberger - Kerkmann)
  • Silenzio si Vola (H. Reichmann)
  • Performance Flying (Dennis Pagen), di cui ho fatto una sintesi in italiano (in attesa di approvazione da parte dell'autore)

perché questo sito?

il sito nasce per soddisfare l'esigenza di riunire un po' di documentazione in un "posto" fruibile liberamente a tutti; si va dagli articoli trovati su internet in lingue straniere e tradotti in Italiano ad articoli e riflessioni personali. Troverete esperienze, dati, documenti di varia fonte perlopiù tradotti dall'inglese o dal francese. Molta della documentazione presente su questo sito può essere consultata in due modalità: direttamente tramite internet o scaricando il file in versione PDF o RTF, entrambi i formati sono molto diffusi e compatibili con tutti i sistemi operativi odierni.

Se hai del materiale che vuoi mettere a disposizione di tutti contattami.

perché questo nome per il sito?

Non nascondo che all'inizio sono stato un po' a cercare un dominio (così, semplificando, si chiamano i nomi dei siti) e che non ho trovato nessun "bel nome" libero. Allora mi sono messo a cercare nell mia fantasia alternative che fossero comunque valide: doveva rimanere il parapendio il tema principale del nome. Ho pensato a qualche sottodominio (tipo: parapendio.qualcosa.org/it...) e avevo trovato anche delle possibilità. Poi, dopo alcuni giorni di fantasie mi è venuto in mente di anteporre alla parola parapendio qualcosa tipo una preposizione o un articolo. Un qualcosa che non togliesse importanza al parapendio e che, anzi, ne rafforzasse il peso all'interno del nome del sito. Dopo alcune prove sono giunto a due o tre alternative tra le quali ho scelto quello che adesso è il nome del mio sito (www.sulparapendio.it, attualmente sulparapendio.altervista.org).
Perché ho scelto questo nome? provate a leggerlo con diverse cadenze/significati, non capite cosa voglio dire?

  • sul parapendio; così ricorda tanto i titoli dei libri scritti in un italiano "aulico", ricordate i saggi, i trattati etc. Infatti il sito contiene articoli sulparapendio, risorse sulparapendio, consigli sulparapendio etc
  • punto sul parapendio; con "punto" inteso come verbo significa "io punto sul parapendio"
  • punto sul parapendio; con "punto" usato come sostantivo significa "facciamo il punto sul parapendio"
Nel 2011 ho deciso di spostare il sito su un server gratuito (altervista) per la volontà di slegare quanto possibile il sito dalla mia persona. La quota da pagare per il mantenimento del sito sul vecchio server era limitata ma ho pensato che se un giorno mi fosse successo qualcosa il sito sarebbe sparito con me. Il mondo andrebbe avanti anche senza questo sito, lo so; però preferisco così. Se domani mi succedesse qualcosa il sito potrebbe continuare per un po' ad andare avanti da solo. Ed io mi sono un po' liberato. Era già un anno o due che auspicavo la devoluzione del materiale ad un'associazione (in questo modo il mio lavoro sarebbe stato curato e migliorato nel tempo) ma qualcuno ha in qualche modo rifiutato (per paura di perdere l'egemonia, immagino) e qualcun altro non l'ha, a parer mio, meritato. Quindi ecco qua, il sito su un servizio di free hosting.

genesi (origine) del sito

dopo circa un anno e mezzo di parapendio mi sono messo in testa di approfondire un po' affiancando alla pratica un po' di teoria: per iniziare ho seguito dei corsi avanzati e mi sono letto il libro di Norbet Haupetit intitolato "i visitatori del cielo". Debbo dire che questo libro è stato sufficiente per spiegarmi a grandi linee molti concetti meteo che non mi erano chiari. Ma il maggior effetto che questa lettura, insieme ai corsi, ha sortito è la crescita della mia "fame" di consoscenza (come recita il detto: "l'appetito vien mangiando"). A questo punto è nata dentro di me l'esigenza di documentarmi ulteriormente ed è cresciuta la consapevolezza di quanto sia importante, in termini di sicurezza e non solo, anche la teoria relativa a meteorologia ed aerologia, cosa che solitamente è molto trascurata. In particolare, ciò che andavo cercando era una spiegazione esaustiva o quasi in merito a quel grafico che si mostrava tanto importante carico di significati quanto indecifrabile: l'emagramma. E' stato a questo punto che non avendo trovato niente di valido nella nostra amata lingua ho dovuto per forza di cose mettermi a leggere documentazione in altre lingue. Essendo poi cosciente della mia scarsa memoria i ragionamenti che si sono susseguiti sono stati: visto che tra un po' mi sarà dimenticato di quello che ho letto e vorrò rileggerlo sarà meglio che me lo riscriva in italiano? altrimenti ogni volta devo ritradurlo seppur solo mentalmente visto che lo riscrivo in italiano, perché non tradurlo e scriverlo bene cosicché possano usufruirne anche altri che magari non conoscono il francese? dopo aver fatto questo ragionamento per diversi articoli ho aggiunto: visto che ho del materiale che potrebbe essere utile anche ad altri perché non fare un piccolo sito e pubblicare il tutto?

Per quanto riguarda la traduzione di "tips for paragliding pilot" il mio lavoro è nato così: consultando le discussioni di www.paraglidingforum.com mi sono trovato a leggere Jerome Daoust scrivere di qualcosa che aveva pubblicato sulla sua raccolta di consigli, gli ho chiesto se avesse potuto fare un disegno o comunque qualcosa che illustrasse graficamente quello che stava dicendo; lui mi rispose di chiedere al traduttore italiano di aggiornare la traduzione cosicché potessero usufruirne in molte persone. A quel punto mi sono reso conto che la traduzione italiana non veniva aggiornata da un bel po' e, non sperando in un aggiornamento prossimo, mi sono messo a tradurre quello che mi interessava, poi ho fatto gli stessi ragionamenti di cui vi ho parlato sopra e mi sono dato l'onere di aggionrare tutto il necessario. Poi, d'accordo con il vecchio traduttore (Matteo Accornero, vincitore CRIC 2006), sono stato nominato traduttore ufficiale. A questo punto ho anche dato una sistematina alla pagina e... ed eccomi qua!

contatti

puoi scrivere utilizzando il mio indirizzo email: indirizzo di posta elettronica oppure riempiendo l'apposito form.

Tiberio Galletti
(informazioni sui diritti d'autore)